Pubblicata il 21/09/2019
L'orchestra del mattino

sdraiati con me
su questo letto d’erba
e ascoltiamo la musica
dei colori del mattino.
masticheremo le nuvole
e respireremo l'azzurro
per pulire i polmoni
dal fumo della malinconia.
e' l'unica via per fuggire
questo morire che ogni giorno
scarnifica un pezzo di noi
con i suoi canini affamati.
li senti i fiati del vento
fra le valli, i flauti degli uccelli
che cantano ai raggi del sole
che gli scaldano i becchi?
e vedi gli stambecchi
che saltano da un verso
ad un altro e il cane scaltro
che si avvicina a caccia di un avanzo?
e la beccaccia che cerca
vermi nella terra come io
cerco rime nei miei pensieri?
senti che canzone, che inno
il mattino innalza alla vita,
musica che dissolve il buio
per altre 12h ...
vedi, animo mio,
vedi quanto può essere
dolce la disperazione?
  • Attualmente 4.22222/5 meriti.
4,2/5 meriti (9 voti)

Una bella cavalcata tra dentro e fuori, che modula la disperazione con un'immedesimazione naturalistica ben declinata.

il 22/09/2019 alle 09:21

....vedi come può essere dolce la disperazione??? questo è lo stato d'animo che annida nei cuori dei poeti ,che in rime ,trascrivono la loro sofferenza creando poemi profondamente toccanti.....testo molto bello.

il 22/09/2019 alle 09:55

Grazie Eriot, grazie Gabriela, contento che abbiate apprezzato il mio componimento.

il 23/09/2019 alle 11:53

Bella e profonda complimenti

il 25/09/2019 alle 05:29