Pubblicata il 19/09/2019
rimango
senza parole
avvolto da tristezza
se di un abbraccio ai fianchi
sento soltanto un ricordo che aleggia
sulle prime luci dell’alba in un giorno di settembre
quando tu eri ancora vita, e mi parlarmi, sotto l’arco della porta
ed io che ti ascoltavo attento, quasi stupito, in quella frazione di tempo obliquo
ed io che ho di te questo momento; che rimarrà sull’uscio
impresso a caldo, abbarbicato nel dolore
vischioso e irreparabile, perché
a tutto c’è rimedio
tranne
alla
m
o
r
t
e
  • Attualmente 4.42857/5 meriti.
4,4/5 meriti (7 voti)

la sento tanto questa tua, hai trovato le parole giuste per esprmere l'irreparabile ed il suo silenzio...ti abbraccio

il 19/09/2019 alle 21:14

Trionfo della saggezza! Saluti

il 02/10/2019 alle 11:43