Pubblicata il 28/08/2019
Chissà
se ci incontreremo nuovamente,
se risuoneranno vive
dentro te
queste parole,
maldestramente posate su un foglio
una sera d'estate,
soltanto per dirti
quanto ancora ti voglio.

sei rimasto dentro me
come il ricordo più bello,
che non appassirà
come le foglie d'autunno
sui rami delle piante;
ma avrà vita costante
ogni volta che riaprirò,
volutamente,
il cassetto dell'anima
per rivivere ogni singolo istante.

sarebbe un sogno
tornare lì,
dove tutto ebbe ad iniziare
e perdersi l'uno negli occhi dell'altro,
a guardare l'infinito
profondo reciproco affetto
che da essi traspare.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)