Pubblicata il 27/08/2019
Ancora ieri come il giovane Wood,
stellato quel tanto che basta
per sostenere quelle cariche a testa bassa
tipiche della testuggine marinata,
assetata di melassa e gorgogliata di rhum.
Mai rampante ma a zampa tronca,
mai partito e mai scosso, come Remorex,
ma solo fucinato come un Tittia, colorato
e sfiancato sullo spigolo di San Martino.
Arrembato su un molo d'acqua putrida,
nascosto tra fascine di canne
e fascinato da un tremulo sciabordio,
nell'inconsistenza, nella solvenza totale
grido intermittente il rovescio del tutto
e ne testimonio l'assurdità.

Non accostarti a chi
purtroppo ritorna
e lucida il tuo specchio,
puoi fare solo questo.
Quando sarà tempo abbrunalo,
te ne darò avvertenza.
Confida nel mio fair-play.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)