Pubblicata il 23/08/2019
Lo specchio mi rimanda
ciò che sono.
Eppure, c'è qualcosa
di cambiato.

Tra le pieghe delle rughe
e l'amaro della bocca
si annidano i pensieri
mentre scendo, lentamente,
le persiane.

La sera plana lieve
dietro i vetri
e mostra maliziosa
le sue luci.

Una donna
si avvolge nello scialle
e fa ritorno a casa.
Si chiude un altro giorno
silenzioso.

E di una cosa sola, mi dolgo,
in questa vita:
non esser stata amata
- e non aver amato -
come avrei voluto.
  • Attualmente 3.83333/5 meriti.
3,8/5 meriti (6 voti)

Una poesia intensa, quasi un momento di raccoglimento che esprime i chiaroscuri dell'anima.

il 23/08/2019 alle 15:22

Già, proprio così

il 23/08/2019 alle 15:38

vitrea come l'acqua, silente nell'avvertibile ristagno.

il 29/08/2019 alle 13:17

è sgorgata così, lieve ma decisa come un rigagnolo che va per la sua strada.

il 29/08/2019 alle 17:36

Molto intensa.

il 01/10/2019 alle 14:52

grazie RedBrigida

il 02/10/2019 alle 12:10

Forse quella che mi ha colpito di più il finale rivela molto il comune tra me e te un abbraccio

il 14/10/2019 alle 16:08