Pubblicata il 20/08/2019
Senza nuvole
e senza parlare con la bocca piena
di frasi stupide, scrivo a te
dal solito scrittoio di sghimbescio.
a te che vesti le parole con poca
eleganza, che se non
ce l’hai non puoi fingere di averla.
che risali con lo scroscio
di un’immensa cascata a ritroso
nella mediocrità.
o solo ti sposti per metterti al centro
delle attenzioni.
e la malacreanza mi rammenta quanto
sia raffinato il silenzio come risposta.
la mia non è maleducazione… è che
mi piace la diversità tra rumori e suoni.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)

pensiero piacevole e,intelligente ....pienamente condiviso.

il 21/08/2019 alle 08:15

Grazie amica cara

il 22/08/2019 alle 06:27