Pubblicata il 29/07/2019
Di stupore morire alla finestra.

La rivolta felina nei vicoli serpeggia
stranamente i corvi s'accostano
distratti dalle loro intime epopee
e gettano sguardi, come i topi
già pronti a riverire il nuovo signore.
Oltre il muro un cane ignoto;
è giunto forse il terzo che gode?

L'anziano che medita sui morti
alletta gli uccelletti con pani e racconti,
imperatore dei sui fasti passati.
Ma non esiste tono gentile tra i molti
solo una corsa al guadagno del pane
e del truce inevitabile epilogo.
Silenzio per un'umida briciola.

Eccola venire, ancora a non finire.
Le aperte tende rivelano sogni
forse un tempo si soddisfava di te
e di tutto il cielo e le sue nuvole.
Ma adesso ha le mani in pasta;
le affonda e ci gioca divertita
come una bambina sotto le rughe.

Il pianto stridente d'una tromba;
sei tu in questo istante vero?
Hai cercato di risolvere la questione
ma ancora resti su resti putrescenti
del chi te lo fa fare e chi credi di diventare.
Ho un consiglio personale
ma come sempre non vorrai ascoltare.

Cocò nell'orto satellano distrattamente
come gli errori che gli hanno dato
Ha sempre amato l'uovo sodo
ma ultimamente cucina poco
e sua figlia sembra essere volata via
come il passero al cigolio di ferro.
Ma il raccolto è buonissimo, sempre.

Sta di sotto, mai ci parlo.
S'alzano bestemmie a volte e silenzi;
un po' come la pressione col sale?
nah, Claudio ha la pillola nuova
lo dice la sua spazzatura
porta a porta ci ricorda
che Napoli si raduna al parcheggio.

Vorrei proseguire ma devo traslocare.

.A.G.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)

Ci vedo una Napoli scontenta, arrabbiata, infastidita. Le persone del vicinato sembrano galline sul punto di beccarsi, l'osservatore ha una leggera nausea...ma la città sopravviverà ancora, malgrado tutto.

il 29/07/2019 alle 07:20

Mi è piaciuta molto. Questo luogo, visto attraverso la lente di un pensiero critico ed estenuato, tocca corde intime, comuni ad altri luoghi sofferti. Ottimo lavoro.

il 29/07/2019 alle 09:05

Grazie a voi della buona disanima. Preciso che Napoli non è soggetto di questo scritto, ho solo riportato una frase del mio vicino di casa.

il 31/07/2019 alle 19:16