Pubblicata il 22/07/2019
A volte ti cerco nel cielo,
seppur celata da un velo;
è quando il tempo si dilunga
e la notte è ancor più lunga.
Tra mille e una stella,
io so che sei quella,
l'unica che non appare,
ma pur nemmeno scompare;
forse mi sei di fronte,
un po' verso l'orizzonte.
So che mi guardi,
a volte tardi,
ma stendi oltre
la tua coltre,
rigenerante tepore
che mi scioglie dal torpore;
e risento la tua carezza,
immutata, piacevole brezza.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

Uno, due, tre, stella, BELLA

il 23/07/2019 alle 16:39

La ricerca ossessiva delle rime imbavaglia la spontaneità del sentimento. Rifletti, amico!

il 23/07/2019 alle 18:02