Pubblicata il 20/07/2019
Bacco:
per dar vigore alle vigne.
che sui colli dei popoli:
armonizzavano i borghi.
rubo' ad Efesto lo zolfo!
che dalle viscere dell'Etna:
irradiava la vita.
folti i grappoli:
al tuonar furioso d'Efesto.
il banchetto del vino:
rallegrò i popoli.
ubriacò l'amore.
rese d'ombra i popoli!
oscurò il sole.
  • Attualmente 4.75/5 meriti.
4,8/5 meriti (4 voti)

bentornato. Un piacere rileggere i tuoi bei versi, con riferimenti sempre molto gradevoli.

il 20/07/2019 alle 10:51

Grazie Serena estate.un saluto

il 20/07/2019 alle 11:09