Pubblicata il 16/07/2019
Sei cresciuto nella pancia
della mamma, e dentro il mio cuore.
ho interrato una betulla laddove
chiunque altro avrebbe timore
ad attecchire le radici, coperto
di stoppia la terra e cercato
di ripararla dal freddo, e lei
in segreto accostandosi mi ha parlato
direttamente nell’anima.
“Nessuno potrà costringerti a cambiare pelle,
e nessuno ha il diritto di metterti i piedi in testa.
tranne tuo figlio nel provare a toccare le stelle.
un figlio ha la sbalorditiva abilità di mancarti,
farti sorridere, intenerirti, e farti infuriare.
un uomo è veramente ricco quando rincasando
a mani vuote riceve l’abbraccio di suo figlio”.
sogno di vederti un giorno arrampicare
su quella betulla.
avevo la mano della forma giusta per contenere
la tue, e riscaldarle.
adesso sei cresciuto,
e le mie mani hai imparato ad ascoltarle.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)

ci sono "poesie" di una volgarità fuori luogo che ricevono pure meriti, e poi ci sono poesie, come queste, che passano inosservate. Misteri del web.

il 16/07/2019 alle 20:28

Bellissima e commovente, complimenti.

il 17/07/2019 alle 10:17

Tuo figlio è fortunato! Molto bella, complimenti!

il 17/07/2019 alle 15:28

Grazie davvero a tutti

il 19/07/2019 alle 06:36