Pubblicata il 14/07/2019
Il canto della sirena

s’ode un boato, il legno si schianta
l’acqua si insinua lesta e furtiva;
tace il nocchiero, una sirena canta,
le mani protende la ciurma alla riva.

in breve il canto grugnito diviene,
la nave sussulta in balia dei marosi;
si attende pronta la fine che viene
a chiuder la storia dai volti rugosi.

ciascuno affronta l’estrema prova
con sacrificio ed abnegazione
ma nel suo io preghiera non trova

non c’è rifugio né consolazione.
un’onda più alta s’abbatte di schianto
poi solo il nulla, solo quel canto.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (2 voti)

Storia antica che oggi s'incontra tra i tanti migranti in cerca di pace e serenità.

il 15/07/2019 alle 11:42