Pubblicata il 10/07/2019
 
 
mi hanno tinto le labbra di rosso
con un pennello intinto nel sole
il mare mi ha prestato una sua goccia,
colore di smeraldo, lasciata scivolare dentro gli occhi.
arando zolle di argilla e bauxite
i miei avi hanno rubato alla terra i pigmenti, l’essenza dei miei colori.
sono viva e accanto a te.

Ma tu seduto sul muro della notte
pensi al sogno di domani
e oggi è già lontano
e i sogni sono angoli di presente
che si illuminano di niente
se tu non afferri forte le mie mani.
 
Soffia nella testa della gente
il senso di una vita che risente
di un giorno che si vive nel domani
ma tu oggi stringi forte le mie mani.
 

Niente ti somiglia da lontano
il mio sguardo si perde nella gente,
la mia vista resta indifferente.
Ti cerco nella lista di un presente
che premia solo chi è più irriverente.
 
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (4 voti)

accidenti, signorina, siamo in forma, eh… piaciutissima...

il 10/07/2019 alle 21:00

Grazie Ravachol!

il 12/07/2019 alle 21:43