Pubblicata il 30/06/2019
Io so
come i fiumi strozzino
come i mari stridano
come i falchi strappino
le ossa

io so
come i cieli piovano
come i tetti pullulino
come i corvi pigolino
di gioia

io so
come le case gravano
come le foglie gracchino
come le larve gemano
per voglia

io so
come i sassi odino
come i fogli otturino
come i polli volino
per paura
della noia

io so
perché ho visto

come le cose
castrino
il cielo

come le cimase
arginino
il gelo

come le chiese
comprano
il vero.

io so
perché ho visto

rubare la verità
dagli occhi dei bambini

io so
perche ho sentito

cadere la felicità
tra i buchi dei tombini

io so
perché ho capito

essere dell'umanità
la colpa dei mattini
storti

smorti

forti

nei temporali

come uragani
tropicali
nelle città tutte uguali
che portano i nostri nomi

la fine del mondo
siamo noi
  • Attualmente 3.8/5 meriti.
3,8/5 meriti (5 voti)

si, si, non ci poteva essere forma migliore per il significato del testo. brava Silvia.

il 30/06/2019 alle 23:35

si, si, non ci poteva essere forma migliore per il significato del testo. brava Silvia.

il 30/06/2019 alle 23:36

Complimenti ben scritta, scorrevole e musicale, è un piacere leggerl; mi piacerebbe sapere dall'autrice se vi è un lavoro metrico nella stesura del testo?

il 01/07/2019 alle 08:27

Vi ringrazio, sì c'è un abbozzato lavoro metrico che punta perlopiù sul ritmo di lettura

il 01/07/2019 alle 13:57

Spettacolo!

il 05/07/2019 alle 18:40

Bellissima! Brava, brava, brava!

il 17/07/2019 alle 15:51