Pubblicata il 30/06/2019
Non guardi più nulla
avanzi nel deserto che c’è dentro di te
a occhi chiusi.
c’è solo polvere sopra la tua anima
delusa dal peso della vita,
gravata dall’oppressione
e dal forzato silenzio.
tutto intorno a te la fame
banchetta con l’uomo,
ne divora intere schiere
e avidi servitori imboccano
la bestia non sapendo di essere
parte del pasto.
non c’è più nulla a cui credere,
nulla in cui sperare
solo devastazione e
solitudine e pena.
lacrima la madre
non più gravida di domani.
lacrima la vita senza
colori e abbruttita dall’odio.
tutto è stato cancellato.
tutto è stato rimosso.
non hai più nulla
se non te stesso.
le tue mani, il tuo cuore
e la tua musica.
non permetterai mai che annullino
anche quello, che ti portino via
l’ultima cosa che ti rende vivo.
finché avrai la tua canzone
nel cuore sarai vivo.
quel giorno, anche se sarai ucciso,
saranno altri a cantarla dopo di te.
perché c’è sempre una canzone dentro
ognuno di noi.
un’ultima canzone.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)