Pubblicata il 11/06/2019
Natale
la mente
scintilla tra i neuroni
sogni di felicità
e il cuore
gocciola caldo
su gesti di umanità.
suona un campanello
e annuncia: che famiglia
sia!!
vola un emigrante
e torna nella terra sua, sperando che Natale
lo colga in piena compagnia.
lo attende sull’uscio della vita,
il cuore di una mamma:
sussulta al sol pensier
di ritrovare quelle sue
morbide braccia da abbracciare.
e nel presepe accanto all’asinello
c’è un bimbo che si gode questa
scena.
son nato, pensa, anche per riportare un emigrante
la sua mamma a riabbracciare.
  • Attualmente 3.6/5 meriti.
3,6/5 meriti (5 voti)

versi pieni di sentimento. Bella

il 12/06/2019 alle 09:54

Grazie Anna.

il 12/06/2019 alle 12:07