Pubblicata il 23/05/2019
Mamma, c’è uno che ti cerca
ha barba e occhi infossati
è lacero, sporco e fa paura,
ha detto solo: Maria.
Scende la donna fino al cancello storto,
galline svolazzanti,
rovi e sterpi sulla via.
Un treno sbuffa lontano
e il vento, come il respiro, è fermo.
- Chi sei, dimmi che vuoi,
L’uomo, con mani nere
artiglia le sbarre
non risponde e piange,
un suono fine e tetro
come cùculo lontano.
L’ombra del gelso,
con delicato tratto,
sfiora le sue spalle,
che prendono vigore
- Sono io, Maria.

La donna tace e il pianto
irrompe nei suoi occhi
scacciando via la morte.
L’uomo dalle braccia forti
che la strinsero d’amore
l’uomo partito in guerra
l’uomo disperso, torna.
E’ la sua ombra e trema,
scuotendo i suoi brandelli,
sono con lui
i giovani perduti
le facce disperate
le mani insanguinate
mentre la fame morde,
cattiva, senza tregua.
Troppo pulsante il cuore
quando la donna
posa la sua mano
sul viso devastato
mentre la bimba grida
e il sole lascia posto all’ombra.

(Mio padre tornò nell'autunno del 1945, aveva perso i denti, gli era rimasto un polmone e pesava 46 chili. Ma era vivo.)
  • Attualmente 4.4/5 meriti.
4,4/5 meriti (5 voti)

veramente bella e dolorosa, espressa in modo eccellente.

il 23/05/2019 alle 10:56

Il nostro passato che si rivela dal profondo degli affetti. Bei versi e immagini.

il 23/05/2019 alle 12:26

Versi bellissimi e dolorosi scritti con grande garbo. Complimenti Eriot

il 23/05/2019 alle 14:39

Grazie dei vostri gentili commenti!

il 23/05/2019 alle 16:51

Bellissima.. Complimenti

il 24/05/2019 alle 05:34

Grazie Ginni.

il 24/05/2019 alle 07:10

Grazie Eriot per questa poesia che mi ha fatto venire i brividi. Anche io ho avuto un padre come il tuo, ma dall'abbraccio con mia madre, nacque una nuova vita, la mia.

il 24/05/2019 alle 08:57

Grazie anny, è esattamente come è avvenuto per me. In qualche modo siamo la rappresentazione di una rivincita... oltre che dell'amore, naturalmente.

il 24/05/2019 alle 11:58

Bella, toccante, essenziale. Come può esserlo la vittoria della vita gioia sul dolore.

il 24/05/2019 alle 12:05

Rinnovo il mio gradimento per questa emozionante poesia.

il 31/05/2019 alle 10:30

Ti ringrazio marinella!

il 31/05/2019 alle 11:13