Pubblicata il 25/04/2019
Mezzodì luminoso di Febbraio,
i panni stesi al sole
seduto su una sedia nel giardino
osservo le mie aiuole
ed il limone pronto a fiorir gaio,
le foglie verde lino

e i bocci ancora chiusi a comodino.

eppur l’inverno ancor non par finito,
allungan pero’ l’ore,
brusio di rondinelle or già ho sentito,
mi si cosparge fitto il buonumore
dalle punte dei piedi fino al core,
e nell’azzurra sedia in cui seduto,
mi coglie un pisolino,
stordito mi ritrovo assai perduto,
nel sogno che mi sposta dal giardino.

ma ecco un’alta voce ora mi chiama,
è la mia figlia amata,
mi portà un bel caffè nero bollente,
si sveglia la mia mente,
la bocca ancora parla ingarbugliata,
e lei che mi regala una risata.

a mezzodì, Febbraio è luminoso,
mi sono appisolato,
nel sogno un sole vivo e rigoglioso
la figlia col caffè poi m’ha svegliato.
  • Attualmente 3.16667/5 meriti.
3,2/5 meriti (6 voti)

Un bel quadretto, apprezzata!

il 25/04/2019 alle 09:03

bella come tutte. se posso permettermi, in quelle dove non ricorri a rime e suddivisioni classiche, risulti molto più trascinante. ma, ovviamente, è soltanto una umile opinione...

il 25/04/2019 alle 12:32

Graced grazie mille :-)Ravachol terro' conto del tuo parere e ti ringrazio per averlo espresso.

il 25/04/2019 alle 14:56

Bellissime immagini che mi trovano presente ad ammirarle insieme a te che le hai vissute.

il 26/04/2019 alle 14:17

Graced onorato del tuo commento bis. :-)))

il 26/04/2019 alle 14:33

un buon caffè e una risata fanno svegliare anche la primavera che appare lontana. i germogli crescono anche facendo un pisolino piaciuta.

il 27/04/2019 alle 16:10

Grazie Eclisse. :-)

il 27/04/2019 alle 19:21