Pubblicata il 21/04/2019
Mi sono smarrita
nella distrazione del tuo intuito
ch'emerge dal fremito sommesso
nell'eccepire dolci smanie di pelle
avverto in quei tuoi attimi d'arresa
voluttuosi sapori
ostentano lievi tenuità di rosso
piegato in gemiti incontenibili di voluttà
esprimi rara dolcezza e inaudito spessore
nell'emotività rarefatta sul tremito di schiena
si ripercuote ancora adesso
nella memoria ardente
non doma d'un lascivo fragore
irraggiungibile
da quei soliti rimescolare il sentimento con un bacio
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

Nonostante il presunto smarrimento, noto consapevole fermezza nell'asserir certezza ambita! Brava!

il 22/04/2019 alle 22:40

Grazie di essere nei miei versi. Un sorriso

il 23/04/2019 alle 19:29

Dolcissime mozioni esprimono questi versi. Complimenti!

il 25/04/2019 alle 09:21