Pubblicata il 20/04/2019
-Laggiù oltre il muro di fondo
la verità si spoglia dal volto
a inganno d’un mondo molesto
che scava e diffida l'ego irrisolto.
-E’ dolore di grazia il prostrato
trionfale fiotto di mugolo in gola
irto di burla nel riscatto che vola
fuggito dal caos del funambolico assolo.
-Fragile silente cova pigolii l’alma
il sentire con occhi indotti a l’essere
diveniente prodigio a volta celeste.
-L’opera d’arte è timido pistillo sofferto
boato arso d’intimo trabocco in concerto.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)

Sempre su alti livelli, Rosi! Complimenti!

il 20/04/2019 alle 15:03

Sir Morris lei sempre gentile! Colgo l'occasione per augurare a lei e a tutti gli amici di Poetichouse una Serena Pasqua!

il 20/04/2019 alle 22:42

Grazie, Rosi! Un abbraccio sincero e... auguri!

il 21/04/2019 alle 20:32