Pubblicata il 20/04/2019

kriste, resurgènne, ‘a speranze jènere
è i dace ‘a vite ke Dìje òdelà d’a mòrte.
gesù resurte éje! U se pòde truà
nda ògnè òme: nda ki malamènde stà
è sciarrjéje p’a lebbertà; nd’u kumbagne
ka te strènge ‘a mane; nda ki ngèrke vace
d’a ‘mmòre de l’ummene; nda ki péne
è sciarrjéje p’addefènne ‘a kujéte.
lassame kè ‘a maravigghje de prjèzze
d’a Dumèneke de Paskule, simmele
d’u Rennuàminde, d’a Prjèzze è d’a Renascete,
arresblènne nd’i penzire nustre, nd’i uarde,
dind’u fà, nd’i muvemènde è nd’i paròle
è i sunne nustre trasfurméje nda ‘na rjartà
sblènnete, pe rire è jurne a ‘vvenì
ke kuèlla prjèzze nd’u kòre ka sckitte i kòse
alluvére è jenuìne ce sanne arrjalà.

cristo, risorgendo, genera la speranza
e le dà la vita con Dio oltre la morte.
È risorto Gesù! Lo si può trovare
in ogni uomo: in chi soffre
e lotta per la libertà; nell’amico
che ti stringe la mano; in chi in cerca va
dell’amore degli uomini; in chi soffre
e lotta per difendere la pace.
lasciamo che lo stupore gioioso
della Domenica di Pasqua, simbolo
del Rinnovamento, della Gioia e della Rinascita,
s’irradi nei nostri pensieri, negli sguardi,
negli atteggiamenti, nei gesti e nelle parole
e trasformi i nostri sogni in una realtà
splendida, per sorridere ai giorni a venire
con quella gioia nel cuore che solo le cose
autentiche ci sanno donare.
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (1 voti)

Molto belle le tue parole, pzolla! Bene!

il 20/04/2019 alle 15:04