Pubblicata il 17/04/2019
La giornata è rotolata via
rugginosa e storta,
come una vecchia ruota ammaccata
che ha perso la sua rotonda velocità,
dopo discese pericolose e appuntite.
ho camminato tanti passi
quante sono le gocce di sudore
che brinano ora sul mio viso,
per arrivare in questo prato ombroso
lontano da fumi di confusione e
afose voci mescolate:
vedo il mondo che
respira sulle colline,
e le lascia dolcemente
levigarsi al sole;
per giorni,
anni,
nel loro lucido e verde silenzio.
  • Attualmente 3.42857/5 meriti.
3,4/5 meriti (7 voti)

Un meritato attimo di tregua, lontano dal caos della città, per godere d'un spazio verde

il 17/04/2019 alle 18:29

Al tramonto di una giornata come tante che, seppur iniziata sotto non avversi auspici, è però poi "rotolata via rugginosa e storta", l'Autrice cerca rifugio lontano dall'insensatezza e dall'anonimato metropolitano e, dopo un lungo e tortuoso itinerario, trova l'anelato asilo all'ombra di un prato distante dal caos e dall'idiozia della città. In questa nuova dimensione, il suo animo può finalmente trovare conforto riappropriandosi della sua unicità e specificità onnicomprensiva, che nei versi finali sembra essenzializzarsi in una ricongiunzione ed immedesimazione cosmico-naturalista all'eterno ritorno del tempo e dei cicli vitali, stupendamente rappresentati dall'immagine delle colline che perpetue si "levigano" in un "lucido e verde silenzio"... Un'autrice non certo prolifica, ma che al suo passaggio lascia sempre tracce indelebili e profonde...

il 17/04/2019 alle 20:13

...Di questa autrice non certo prolifica alcuni versi delle proprie composizioni poetiche rimangono nella mente e nel cuore...mettendomi anch'io leggero nell' anima mi avvio lentamente verso quel prato ombroso da dove si vede il mondo che respira sulle colline...senza più peso corporeo volo nell' estasi di quel lucido e verde silenzio...

il 20/04/2019 alle 23:50

Abitare in campagna è una fortuna per il corpo e l'anima; si ammorbidiscono al suono naturale dei giorni che scorrono in colori naturali. Grazie per riportare le vostre preziosissime considerazioni, è magnifico leggerle e capire quali pensieri o sensazioni, sia belli che brutti, abbiano generato i miei -come sono solita chiamarli- pasticci di parole. Vi auguro una buona serata, e vi mando un abbraccio!

il 24/04/2019 alle 17:12

Una poesia che, come scrive cantorom rimane nella mente e nel cuore...bravissima.

il 12/05/2019 alle 20:15