Pubblicata il 17/03/2019
Scivola a Marzo il pensiero su di lei
quando apparve sì gentile ed improvvisa
passò innanzi come avvolta da una luce
e nuova Alba sorse avante gli occhi miei
come al risveglio da una notte strana
dai fantasmi agitata di una grigia vita
ecco di colpo il mio destin mutava
mentr’ ella andava seguita dai miei guardi
e furon Primavere che ci videro felici
a camminare insieme sui prati della vita
e poi le ombre lunghe dell’ Autunno
proiettavan i nostri abbracci verso sera
ma gli dèi osservavano infidi e tenebrosi
il tuo sorriso risplendere nel vento
e piacendo a quelli disposero una fine
al film stupendo da loro avuto avvio
ora tu sei lassù seduta su una Stella
e il tuo canto d’ amor le nuvole accarezza
e il tuo sorriso che nel vento risplendeva
ogni volta all’ Alba qui la luce tua riflette…
  • Attualmente 3.16667/5 meriti.
3,2/5 meriti (6 voti)

un pò "giurassica" come stile, ma mi è piaciuta, conta l'intensità, e quella non manca....molto bella

il 17/03/2019 alle 12:50

Bellissima, come sempre

il 18/03/2019 alle 05:13

come tutte le altre tue,anche questa svela la profondità che solo un grande e sincero sentimento riesce a rinnovare ed accrescere nel tempo.Molto bella la parte dove l'Autunno proietta gli abbracci verso sera:quando si ama,è come se tutto l'Universo entrasse in armonia con i battiti del cuore.

il 18/03/2019 alle 12:26