Pubblicata il 15/03/2019
Non ti dirò di albe sofferte,
né dei miei languidi
sconsolati tramonti,
né sentirai i rinnovati
palpiti del mio cuore.

non sognerò l'ebbrezza
di uno spicchio di luna per noi.
non cercherò, sfiorando le tue mani
il fremito dei sensi.

terrò ancora le briglie
a questo puledro impaziente
cospargendo di pece le ali
per non farlo volare...

se prima non coglierò nei tuoi occhi
almeno uno spiffero d'amore.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)