Pubblicata il 14/03/2019
Era l'ora della lucertola
del sole
dello sbieco volar di farfalle
della segale selvatica riarsa
dei fili d'erba assetati
lungo la via remota
d'attese e di silenzi
mentre l'ora urgeva
su noi, dentro di noi.
venivo a te ancora
e ancora
in valli d'ombra
dove il tempo perverso
si fermava.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)