Pubblicata il 18/02/2019
Convulsioni amoreggianti
assonnate notti giacenti
limbiche ore trafuganti
spettrali occhi vaganti
smerigli argentati sfuggenti
e il tempo fermarsi poté
così
al ribollir dei sensi
mentre noi assopiti
ancora un poco
parlammo parlammo
all’ alba che inaspettata
giunse
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Piaciuta anche senza fiato

il 18/02/2019 alle 21:45

Parole avvolte di magia, bravo

il 19/02/2019 alle 09:14