Pubblicata il 10/02/2019
Tra numerosi
silenzi del destino
e lunghe notti trascorse
a osservare il cielo
fino alle prime ore del mattino
a un certo punto
della mia insopportabile esistenza
mi sono ritrovato da solo
a percorrere un incerto cammino.
durante quell’inverno
immerso nelle incertezze
di alcune impossibili scelte
prima che arrivasse
il grande freddo
a gelare il nostro petto
ho conosciuto una donna
che sembrava volesse
donarmi il cuore
avvolgendomi con il calore
del suo temerario amore.
ma prima di Natale
durante una notte priva di stelle
con una breve telefonata
ho perso l’inafferrabile speranza
in cui avevo creduto
fino all’ultimo minuto.
così
dopo quella notte
guardandomi allo specchio
ho deciso
di affrontare i miei fardelli
senza voltarmi indietro.
ho preso in mano
il resto della mia vita
lasciando da parte
una tristezza infinita
e ho attraversato
le strade infangate
che limitavano il mio sguardo
raggiungendo i cancelli
che sbarravano i miei traguardi.
attraverso sforzi eclatanti
sono riuscito a oltrepassare
barriere insormontabili
riflettendo ogni giorno
sul senso delle cose
che a volte ci appartengono
e su quanto sia facile
dimenticarle in un angolo.
da quel fatidico giorno
non mi sono più fermato
anche se sono tante le persone
che al di sopra della loro volontà
mi hanno lasciato.
la lunga marcia
verso il sole
continua soltanto
grazie al vero amore.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Il vero amore è un tesoro da conservare con cura ma purtroppo spesso non lo sappiamo valutare.. Io sto vivendo una situazione pesante per malattia, in questo momento non siamo più in due perché lui è assente e provato, rimpiango i nostri stupidi bisticci, il nostro quotidiano...

il 11/02/2019 alle 05:46

Mi spiace molto... per quello che può valere, ho avuto una situazione del genere con i miei genitori.

il 11/02/2019 alle 20:09