Pubblicata il 09/02/2019
So bene che nel silenzio di una donna
c’è tutto quello che non dirà mai,
anche se dovesse avvertire
un benessere interno piacevole che sfiora
le corde dell’anima, benchè a malincorpo.
so bene che intendi Dio
con il tuo nono comandamento:
da uno sguardo impuro
subentra la malizia nella mente che eccita
attraverso la fantasia le brame del corpo.
incorrerò di buon grado nel tuo castigo
per lei che è l’archetipo della raffinatezza,
figura che assurge alle vette più alte
della leggiadria… mostrarmi a te compunto
di averla desiderata, sarebbe una menzogna.
dinanzi a lei sento una soave propriocezione,
i tendini intessuti di leggerezza…
so bene che sei stizzito, ma prima d’inasprirti
ancor più sappi che ho già ordinato su di una
piattaforma di vendita online l’autogogna.
e so bene che non sentirò sui polpastrelli
la morbidezza delle sue labbra,
che non assaporerò mai
la sensualità del suo odore.
condividere un posto nella mente dell’altro
è una delle cose più intime, private che conosca.
quanti pizzicotti mi son dato, da svellere la gota.
ma ho sempre fatto ritorno nel torpore…
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)