Pubblicata il 12/01/2019
Le mie malinconie
scorrono come strade
da e verso luoghi remoti
eppure non si sono mai mosse
dal "qui" incerto del mio cuore.
condensa di umori emozionali
i miei giorni, ancora antichi
eppure sempre nuovi.
quanta vita ho nelle vene
e quanta morte nelle viscere.
e come esse convivono bene
ti stupirebbe, amico caro.
perché forse per vivere
serve morire una cellula ogni giorno
e ricordarsi di essere pelle di passaggio.
e per morire serve
salvare una cellula ogni giorno
per prepararsi alla rinascita.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (2 voti)

vivere e morire ogni giorno,sapendo di perdere e acquistare qualcosa di sè.Sta proprio in questo,la forza di coloro che cadono e si rialzano,in questo equilibrio tanto folle quanto necessario.Una forza che anch'essa graffia l'anima perchè sa di dover affrontare,faccia a faccia ed ogni volta,la sofferenza.

il 12/01/2019 alle 13:56

mi è molto piaciuto il senso delle tue parole...ciao

il 12/01/2019 alle 14:19

Grazie Genziana ;)

il 12/01/2019 alle 18:04

Grazie Arturo ;)

il 12/01/2019 alle 18:05