Pubblicata il 10/01/2019
Come potrei dimenticare
i tuoi capelli ramati
da cui emergeva un volto
dall’espressione soave.
mi bastava un tuo sguardo
da cui lampavano luci
color smeraldo
per capire
che saresti riuscita
a scalfire ogni mia
improbabile difesa.
nei tuoi passi frettolosi
nascondevi
segreti spaventosi
di cui raramente
mi hai parlato
per non legarmi
al tuo passato.
ma nei frangenti
in cui mi stavi accanto
per ricevere
le mie deboli attenzioni
l’aroma del tuo candore
penetrava nei miei pensieri
incantando il mio animo
ormai annientato.
quante sensazioni
ho dovuto trattenere
per non cedere al peccato
di un amore contrastato.
flebile e delicato
come un raggio di sole
in un buio anfratto
che al limitar
dell’oscura soglia
si sarebbe infranto.
sogni e carezze
che giorno dopo giorno
sono diventate mere
incertezze
da cui ho dovuto
prendere le distanze
per non diventare schiavo
dei tuoi comandamenti.
È soltanto grazie
alla tua improvvisa fuga
verso orizzonti ignoti
se alla fine sono riuscito
a salvare la mia vita
da un'invincibile partita.
  • Attualmente 3.33333/5 meriti.
3,3/5 meriti (3 voti)

bella :-)

il 11/01/2019 alle 08:34

Grazie, cangio.

il 12/01/2019 alle 06:33