Pubblicata il 10/01/2019
Sempre il solito sasso grigio
liscio tra le mani,
a quest'ora di notte
pensando alla vita
che sia tutta una stronzata.
cosa vi lascerò, di me ?
tutti dormono con la loro carica d'affetto,
com'è estraneo quel tutti in questi momenti.
  • Attualmente 3.5/5 meriti.
3,5/5 meriti (4 voti)

bravo :-)

il 11/01/2019 alle 08:41

Tre cose mi colpiscono di questa poesia. Il sasso grigio metafora di incertezza, inquietudine, solitudine, ricerca disperata di qualcosa di tangibile. Poi, il desiderio di lasciare qualcosa di noi in questo mondo che forse....potrebbe essere un mondo illusorio e quindi, che senso avrebbe lasciare qualcosa di noi in un mondo illusorio? (quel "tutti" che forse significa "nessuno").

il 11/01/2019 alle 11:33

Tutti e nessuno, non sono forse la stessa cosa ? Abbraccio a entrambi, grazie.

il 11/01/2019 alle 23:20