Utente eliminato
Pubblicata il 09/01/2019
Bravo, si son bravo a tessere parole,
fraseggio, diteggio, canto e faccio scale
truccando le parole da tema musicale.
raccolgo a piene mani la messe dei miei sogni,
gli spettri e i desideri e nutro le menzogne.
parlo di me, di voi, dell’uomo e di nessuno,
scandaglio il cuore e i luoghi delle mente
impasto vero e falso, e lo vernicio.
e per di più la notte che tesso le mie tele,
che limo le parole e spremo il mio sentire.
poi di mattina guardandomi allo specchio…
- Non sei poeta ma solo un mestierante –
che usa il dizionario, i simili e i contrari.
che come un muratore, senza manovali,
assembla mattoni sognando cattedrali.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (6 voti)