Pubblicata il 09/01/2019
Dolce primavera
gioire non posso
al commiato tuo,
l'aura mia si perde
nell'infernal abisso.

luogo informe
ove sepolti
la luna è il sole
più non baciano
la terrestre sfera.

mi appaiono strani
i fiori.. tristi le rose ..
crepuscolare
ogni forma intorno a me.

ritorno al balcone
e il mio sguardo si sperde
nella boschiva strada
che nel verde
un labirinto mortal pare.

non sono triste,
stupito direi al cospetto
della fine del tempo,
del distacco senza fine
della vita...
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)