Pubblicata il 28/12/2018
Vanesia
scorre liberamente
rossa
su un foglio di carta,
tre voli appena
bocciolo di rugiada
s'abbandona al tripudio
di un delta solo nostro
vanesia
con voglia di essere se stessa
scrive d'angoscia
e di tempesta di corpo,
è una lacrima dolce
dispersa nel mare
melanconico languore
intriso da cieli limpidi
tra banchi di scuola.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Molto ben stilata! Bravo, Fabio!

il 29/12/2018 alle 08:57