Pubblicata il 28/12/2018
Parlano.
parole vuote, senza paura
che un sordo legga
labbra bacianti sogni morti.

si perde il silenzio,
dio sconosciuto
che lentamente muore,
privo di tomba.

mancanza traboccante
elemosino anime:
pietre di vetro
vecchi specchi muti.

tesori da gioco
di mani senza vita.
mondo d’argilla
nel buio esanime.

sepolte le gioie
di fiori finti
sola gemma pura
è poetica

allucinazione.
  • Attualmente 4.5/5 meriti.
4,5/5 meriti (2 voti)

Bella, molto piaciuta

il 28/12/2018 alle 22:25

mi unisco al più che competente arturo… a mio avviso, tra le poetesse più interessanti del sito...

il 31/12/2018 alle 15:34

Grazie mille dei complimenti, molto gentili :)

il 06/01/2019 alle 01:22