Pubblicata il 20/12/2018
Ci sono parole
che sono come buchi vuoti,
segni spezzati dalle dita bagnate,
dove ogni respiro
mi svuota la testa.
quel piacere fisico del foglio
riempie gli spazi di fame,
sale fino a me come un bacio,
arriva alle labbra e si ferma.
ma certe parole sono
come pallide frecce,
muoiono al tocco.
e ogni giorno che passa
hanno una lettera in meno
fino a diventare trattini muti
senza colore né segno.
  • Attualmente 4.33333/5 meriti.
4,3/5 meriti (3 voti)