Pubblicata il 11/12/2018
George ci dava giù, eccome se ci dava!
a sera imbandiva i cartoni
con scheletri di bottiglia
e invitava la solita puttana
“culo grosso e tacchi a spillo”
per frugare tra i clienti più sconsolati .
george era un uomo colto e sempre attento
accordava la pioggia al ritmo di Brahms
leggeva i volti dei passanti più distratti
e poi intonava emozioni a menadito.
ci dava giù George, eccome se ci dava,
era come quel bastardo di Linneo
affibbiava nomi e nomignoli a ogni cosa,
alle stagioni, ai digiuni, ai cani vicini e a quelli snob,
a come avrebbe passato la notte tra il piscio e il gelo.
george aveva pochi vizi ,oh se erano pochi,
annotava sulle mani solo fottute linee e numeri
giusto per giocarci a sudoku dopo una bella bevuta.

era forte George, oh se era forte, era il migliore!
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)