Pubblicata il 19/11/2018
Basta così poco
per far nascere alla Vita
una sorella Tristezza
e non accorgersi
alla fine,
cosa davvero le distingua.
  • Attualmente 4.125/5 meriti.
4,1/5 meriti (8 voti)

eh, che dire, un'amara, ma purtroppo incontrovertibile riflessione, soprattutto per le nature più inquiete e profonde… colpisce, certo, che sia espressa da una così giovane autrice con ancora tante strade da percorrere… la risposta, ovviamente, è l'amore… ma esiste amore senza dolore? piaciuta molto...

il 20/11/2018 alle 13:56

...Carissimo Rava, che fai, mi rubi il tempo d'intervento ? ...e adesso che scrivo alla dolcissima Amanda ?...che è il gerundio femminile del verbo Amare ?...stupendo gerundio...chissà se è proprio il nome di battesimo oppure un nome per il Sito ? se fosse il suo nomen personale mi piacerebbe sapere se dobbiamo ringraziare la mamma oppure il padre ...la Poesia è veramente bella...io penso che la nostra Amanda ci abbia voluto mettere alla prova...in realtà lei l' Amore ce l'ha e ha voluto ricordare a noi, poveri mortali, che la Tristezza accompagna sempre la Vita...quindi guardiamola negli occhi, la Vita, e sfidiamola...ciao, Amanda, a volte basta veramente così poco...

il 20/11/2018 alle 16:08

Penso che la tristezza sia molto più speciale della felicità, sotto diversi punti di vista. Prima di tutto perchè è personalissima -mentre la felicità è più comune, qualitativamente-, poi perchè ha una matrice generatrice forte: è nella crisi (nel senso antico greco, come "fase decisiva") che si riordinano e si oggettivano le emozioni. E le si rende in forma di parole, poi. Concordo che la tristezza sia parte onnipresente della vita e che la si debba accettare; una sorta di panismo emozionale!

il 21/11/2018 alle 06:57

riflessioni che suffragano ulteriormente quanto emerge dai tuoi testi… sei straordinaria...

il 21/11/2018 alle 10:50