Pubblicata il 12/11/2018
"Sono stata silenziosa troppo a lungo. Ma non ho dimenticato la melodia”
negli angoli remoti
ci sono anelli per catene.
punti cardinali
che spostano gli aghi da ricamo ad est.
nel paese dei poeti
si scrivono nenie
con l’odore acre
della carne in fiamme.
si cancellano le parole
entrando dalla gola fino al cuore.
e le tempeste grondano il pianto
nella mano che trema
sulla via di fuga.
si perde la memoria nelle gambe,
dei passi svelti contro il vento ,
della voce limpida
che soffia nella polvere.
nel paese del silenzio,
l’alba reclama ancora una poesia.
  • Attualmente 4.18182/5 meriti.
4,2/5 meriti (11 voti)

Bella poesia

il 12/11/2018 alle 16:28

bellissima, dall'incipit alla chiusa… congratulazioni...

il 12/11/2018 alle 16:30

Parole per ogni donna a cui viene ghermita l'anima e la libertà, benvengano, in ogni tempo e luogo.

il 12/11/2018 alle 17:57

Bella che porta a forti riflessioni. Complimenti ggc(rusticus)

il 13/11/2018 alle 08:37