Pubblicata il 09/11/2018
Novembre ha la faccia del declino
e l'arte di una donna
che lenta incespicando
si spoglia in un bordello
-è un ubriaco che s'abbevera dei giorni
e va a letto dopo un decotto di cipressi
-è un avaro che colleziona anime
pagate con le foglie
-è un cane senza padrone
scodinzola a ogni mano
che esce dal letargo delle tasche
e al nulla abbaia minaccioso
a chi solo si scusa
-Novembre, un ponte
tra un campanile e una preghiera
per far passare addii senza voce
-è un baule pieno di malinconia
spedito al sole che sorride
oltre l'orizzonte
-----------------------------------
da:Soste Precarie
www.santhers.com
  • Attualmente 4.66667/5 meriti.
4,7/5 meriti (3 voti)

Sempre bella la tua poesia, mi piace molto il baule pieno di Malinconia.. Leggi la mia il secchio blu

il 09/11/2018 alle 07:27