Pubblicata il 07/11/2018
Il sole sta sorgendo,
l’oscurità lentamente si allontana,
la rugiada striando i vetri,
scivola sui bordi della finestra
lasciando cadere piccole gocce,
come lacrime sulle mie gote.

dove sei Morfeo abbracciami,
in questa alba infinita i ricordi
riaffiorano colmando la mia solitudine;
la stanza è vuota,
la mia mano stringe ancora il cuscino,
immagini, il mio volto il tuo volto.

dove sei Morfeo stringimi,
il vento spazza le ultime nuvole,
e il frusciare delle foglie di quel vecchio platano,
mi riporta alle lunghe notti d’estate,
dove sotto la sua chioma
ci stendevamo a rimirar le stelle.

dove sei Morfeo avvolgimi
non sento ancora cantare le cicale,
lasciami continuare a sognare
perché sento,
sento il suo profumo di donna
riempire il mio cuore.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)

piacevolissima lettura.....

il 08/11/2018 alle 07:17

sentimenti forti che si rafforzano quando il corpo vorrebbe riposare ma la mente insegue,più vigile che mai, ciò che è stato.Il silenzio della notte e dell'alba ha il potere di rendere più vivo il ricordo e le sensazioni vissute.

il 08/11/2018 alle 08:30

Bella

il 10/11/2018 alle 16:07