Pubblicata il 07/11/2018
Perché tutti si barricano in un angolo,
con lo sguardo attento e la lingua affilata,
a difendere la propria idea di libertà, come intingolo,
da altri sguardi attenti e altrettante lingue affilate?
perché tutti si arrendono, quasi senza combattere,
alle supposte concessioni imposte da governanti sempre uguali,
che di non lavorare non dovrebbero fare altro che smettere?
perché le differenze son subito notate da chi difetta poco o niente.
e se poi sbaglia le passa per buone azioni giustificate
che fanno parlare anche l'ignorante?
perché tutti, ma proprio tutti, sono creati dal singolo
e lo stesso singolo da tutti è messo da parte?
perché percorriamo strade già battute dal tempo
e nonostante questo cadiamo ancora nelle buche
che avevamo sulla mappa segnalato ad arte?
perché io sono diverso, tu sei diverso,
loro sono diversi e gli altri sono di parte?
perché si resta a lungo genuflessi
davanti al Dio denaro. Causa che giustifica i mezzi,
che non sono mai gli stessi. Luce che acceca o faro?
perché dell'amore si parla sempre più spesso
e si crede di vederlo in televisione o sui giornali.
mentre il vero amore non dimentica
i propri diritti e i propri doveri
restando abbracciato ai sacri ideali?
perché, mi chiedo, perché
c'é sempre qualcosa o qualcuno che stona
quando la canzone si canta da se?
perché, mi chiedo.
perché?
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)