Pubblicata il 06/11/2018
Piede sinistro ebbe un incidente di percorso e cadde in depressione.
presero piede angosce e ansie ma, strada facendo, per le strade della vita,
piede sinistro vide un suo simile, tale piede destro, che, passo dopo passo,
lo salutava e lo incitava ad andare avanti, sempre col sorriso sulle labbra, che in verità non possedeva.
"Insieme", diceva, "si arriva alla meta".
e, detto fra noi, la cosa a piede sinistro piaceva molto, soprattutto quella magica parola: insieme.
così si rimboccò le maniche, anche se non le aveva, e di buona lena
prese a macinare chilometri di strade asfaltate e di sentieri sconnessi,
di salite e discese, di scarponi e sandali, con piede destro sempre al suo fianco,
anche se il fianco non ce l'aveva, e uno strano, straordinario senso di appartenenza,
di amicizia, di solidarietà, che a un piede, calzano quasi a pennello.
passo dopo passo.
e anche se a volte capitavano ancora degli incidenti di percorso, a piede sinistro non importava.
ora non sentiva più nemmeno la stanchezza, che assale ogni singolo piede e in realtà ogni parte del corpo,
così da poter lasciare ai posteri l'impronta decisa, forte, che traccia il proprio destino.
con piede destro nacquero spunti e riflessioni, orme su cui riflettere, ridere, piangere.
ma mai soli.
insieme.
  • Attualmente 5/5 meriti.
5,0/5 meriti (1 voti)