Pubblicata il 05/02/2003
.

Perso nella notte
fra scogli acuminati
di entropici pensieri
il mio doppio vaga,
immenso e concentrico
fra aspidi e conchiglie,
nel silenzio di radioonde,
galleggiando sulle strade
sotto nero vuoto spinto,
e con occhi annebbiati
misura forma d'ombra
in continua mutazione.

Ghepardi d'oro maculati
come frecce fluorescenti
sono a caccia di comete,
ed è vano cercar la fuga
se nella sfera di cristallo
non si trova quella finestra
chiusa solo da sette veli,
basta recitarne il nome
e nuda la si vedrà mostrare
fiori di quarzo e bolle rosa
a sollevare l'anima sfebbrata
nel cielo sopra l'arcobaleno.
  • Attualmente 0/5 meriti.
0,0/5 meriti (0 voti)
flo

Ciao Axel,
molto poetico, come sempre, anche nelle altre che ho letto oggi.
Continuerò a leggerti, perchè mi provochi forti emozioni con i tuoi argomenti sempre trattati con maestria poetica.
Ciao
Floriano

il 05/02/2003 alle 08:20

Grazie Flo, sempre gentile, anche nei confronti di una poesia di voli folli della mente....!
Un caro saluto!
Axel

il 05/02/2003 alle 08:44

La finestra è una stratificazione di più simbolismi... è la porta della conoscenza che ti permette di varcare la soglia di nuove dimensioni, in evoluzione dello spirito. In questo senso occorre sapere "le parole d'accesso", l'"apriti Sesamo", esoterico, riconoscere i sette raggi degli avatàr del mondo... E' anche simbolo della sessualità, quindi i sette veli di una esotica danzatrice da sedurre per essere liberati dall'incubo e volare sulle ali dell'amore, ed è ancora, più genericamente, la realtà che ti rende libero dalle mistificazioni del sogno/illusione, a patto che tu riesca a riconoscerla, spogliandola dei veli che la nascondono.
Mi fermo qui, ma forse c'è dell'altro!
Un caro ringraziamento e un saluto!
Axel

il 05/02/2003 alle 15:41

E' bella , Axel, sono sempre belle...
le tue fughe , i tuoi viaggi...nella notte... di luce
dove si percepiscono istanti di "eternità"....
Un bacio
marcella

il 05/02/2003 alle 15:55

Grazie Marcella, allora forse ti "gusterai" anche l'altra, sul Plancton...
Baci
Axel

il 05/02/2003 alle 16:44

Sono sempre molto belle le tue immagini, riescono sempre a farmi sognare,a farmi viaggiare in un'altra dimensione......Ladyely

il 05/02/2003 alle 20:54

...sono belve
di gioiello
che cavalcano
le stelle,
febbrili sensi
che in arcobaleno
annegano...

un bacio cri

il 05/02/2003 alle 23:46

Grazie LadyEly, è bello saperlo!
Un caro saluto!
Axel

il 06/02/2003 alle 11:21

Grazie Ale, hai ragione anche tu, ognuno ha la sua finestra/porta da cui uscire e viaggiare...
Se vuoi una traccia più completa la trovi nella risposta a Bandolero.
Un bacio... solleticante!
Axel

il 06/02/2003 alle 11:23

Merci... merci... merci!
Baci
Axel

il 06/02/2003 alle 11:24

Intanto, caro Axel, metterei a questo brano - in sottofondo - il celebre "At the end of the rainbow". Poi mi piacerebbe che un lettore (G. Albertazzi?) la recitasse, mentre su uno schermo gigante corrono immagini animate...esattamente come tu le hai qui splendidamente dipinte :-))) Cortometraggio poetico in immersione, dove tra "forme" variegate vaganti nel cosmo (allegorie del pensiero che si fonde e si plasma), nella magica sfera, quella finestra dissimulata dagli emblematici sette veli prima o poi dipana la sua luce: la Sapienza? appagamento nel sensibile (quel nudo che si mostra)? la bellezza della Forma? Questo ed altro credo, come in un intrigante "film" d'autore :-)
Un caro abbraccio amico!
Max

PS Mi propongo per la sola scenografia (e le luci). Sceneggiatura e musica ti spetta di diritto :-)

il 06/02/2003 alle 13:08

Grazie Max, sempre ultra ben disposto verso le mie esternazioni poetiche... Il tuo commento lo tengo da parte come prefazione ideale al libro delle mie poesie! (che mai pubblicherò...)
Allora, va bene per la scenografia, quanto alla musica OK!
Un carissimo abbraccio!
(P.S. approfitto per ringraziarti del bellissimo allegato alla mail!)

il 06/02/2003 alle 13:28

una volta o l'altra riusciro' ad entrare in questo tuo mondo incantato..si siiiiiitroppo bella..AdiossssssssssLuna

il 06/02/2003 alle 17:01

Grazie Luna, sono sicuro che quel mondo è alla tua portata...
Adios!
Axel

il 06/02/2003 alle 22:06