Pubblicata il 02/11/2018
Dipingi il mio tempo di rosso
e portami un respiro da scaldare
neve che si scioglie sul cuore
e poi è il cuore che porta da bere.

rosso, l’abbraccio da non dimenticare
la terra distante sulle spalle
e promesse infilate nella pelle.
barche rosse sui mari affamati
e bianche anime da salvare
sogni e giuramenti da affondare.

e’ arrivato il tempo che il dolore
non sia più lui a comandare
che l’apparenza cerchi un alibi
un altrove inesistente
da ingannare.
  • Attualmente 4.28571/5 meriti.
4,3/5 meriti (7 voti)

rifarsi all'essenzialità, alla forza primordiale della vita come antidoto al nulla in cui viviamo...bella, un applauso

il 02/11/2018 alle 10:24

Togliere lo scettro al dolore vuol dire avere coraggio! Bella

il 02/11/2018 alle 11:19