Pubblicata il 30/10/2018
Impotente tremo
ostaggio d'un respiro interrotto
una cravatta di lacrime e null'altro indosso
la vita punta l'indice e mi deride.
negl'occhi di lei mi specchiai
vidi la mia solitudine nuda ed imperfetta
e in questo mai più la mia deriva
nega la fine alla fine.
  • Attualmente 4.8/5 meriti.
4,8/5 meriti (5 voti)

Poetica introspezione ben disegnata ggc(rusticus)

il 17/11/2018 alle 09:41