Pubblicata il 29/10/2018
La natura ti abbraccia con forza e libertà
senza cuore diviene violenza
mistral, antico signore, con sicumera spettini
le onde albine e strabocchi di spuma il boccale della torre
sonori azzurri colorano i sogni
pace calda a sud ovest
tra spiaggie d’avorio e vetrate marine
un angelo di rosa piumato ricama la sera
ma
senza i tuoi occhi:
i vetri si scompongono, la luce si intristisce!
il sole si spegne e la sua sposa non sorge!
silenzio immobile
  • Attualmente 3/5 meriti.
3,0/5 meriti (3 voti)

molto bella! versi passionali che si esprimono avendo lei come visione...questo è amore!

il 29/10/2018 alle 15:12