Pubblicata il 28/10/2018
-Ritratto a impallidir scolora
tra rovi di speranza furia
l’ora che fu sua dimora
di destino fuso memoria.
-Cosa resta d’amato?
-Se non scure di memento
o nebbia d’immobile gesto
fragile, ingombrante contrasto
eretto insidia o vacua apatia?
-Infausto l’esito distanzia
anime condotte alla danza
solitarie invase di malia
irrequieti flussi d’assenza.
-Un po’ come quel “ sia quel che sia”
annidatosi nell’ultima pioggia.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (3 voti)

Straordinaria.

il 28/10/2018 alle 21:18

Gentile! Grazie!

il 01/11/2018 alle 10:14