Pubblicata il 22/10/2018
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

fintanto può bastare l’i'dea di galleggiare come uova in questi panieri colmi di sigarette
al tuffo di stelle che beccano le nuvole in un cielo che marcisce
e s’inombra sterile di sogni come un colloso shampoo sottomarca
alle dita ginnaste.

su denti bianchi ingigantisco ombre cinesi - una rondine che si spaccia per gabbiano -
l’apparire inverso di una candela
che spenta, perde la sua identità.

e lenta perdo io
ragion d'essere specchio di fango sotto forma di vaso antico
affittato da un fiore solo per lo scopo esatto
in cui si scelga l'ora del suo sfiorire.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Pubblicata da Poetichouse Domenica, 11 di Giugno del 2017
Ripubblicata ora senza il consenso dell' Autrice.
E' evidente che mi assumo ogni responsabilità.
Capiat qui capere potest.
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (5 voti)

ehhh, la conosco, la conosco, furbacchione…

il 22/10/2018 alle 20:04

...Su di te non nutrivo dubbi...spero che altri siano spinti dalla voglia di sapere...ci conto...

il 22/10/2018 alle 20:22

e'Rebel, mi sembra anche di ricordarla, questa bella poesia....

il 22/10/2018 alle 21:41

.. ti ci metti pure tu, Rom? (ché anch'io ho postato oggi una non mia, che tu non conosci e che non trovi su qui. prova ad indovinare di chi è). chi ha buon fiuto, in fatto di poesia (come i miei coinquilini di sopra), non può non sapere. La buona poesia, difficilmente varca l'uscio del dimenticatoio. ciao a tutti.

il 22/10/2018 alle 22:32

Carina davvero! Piaciuta la tua iniziativa!

il 22/11/2018 alle 21:18