Pubblicata il 11/10/2018
Ripartì speranza al fato!
ma dalla superbia:
fu impiccato!
l'Intelletto senza l'amore:
di pazzia muore!
È nel ventre della natura!
senza soldi non:
nasce la verdura!
senza letame:
non nasce il grano!
senza zolfo e verderame:
muore la vigna all'altopiano!
senza la cura del contadino!
niente olio a condire il pane!
È l'Italia ricca e bella!
non balla la marzurka!
ne la tarantella!
È nel Po:
ne riso e mais!
sazia di ceci il maiale!
di malinconia il temporale!
spazza le ricchezze e le virtù!
È fra i borghi ed i castelli!
ne castagne!
ne patate!
È gli Spagnoli fanno festa!
arricchendosi la credenza!
d'oro sacro del nostro:
decadente fato!
  • Attualmente 4/5 meriti.
4,0/5 meriti (2 voti)

sacrosanta verità......profondo e bellissimo pensiero.

il 11/10/2018 alle 19:15

È lungimiranza premia gli audaci! Che la pazienza fa burocrati! Persi in mille incarti! Si valorizzano cento parti! Ma investendo 10 il fornitore rischia 100! È nella tempesta Europea: Cala l'alta marea! Come nel 2001! Quando aprii l'apicoltura! Nella legge 608 c'erano 25000 euro per un azienda! Ma ti davano il 25%. Sui preventivi accettati! Di questi dovevi dare acconti hai fornitori per l'intero importo! Sul 5% del totale, dovevano darti tutti i beni e servigi! Veniva il tutor! Faceva l'inventario! Dopo 3 mesi avevano il resto 65%! È sbagliata la legge! I prestiti d'onore son virtuosi si! Ma van migliorati! Le Se no i borghi non saranno mai valorizzati! Grazie un saluto

il 12/10/2018 alle 04:22