Pubblicata il 11/10/2018
Seminando il contadino:
non si accorse delle spine!
nel terreno fecondo e zappato!
crebbe oro il sacro grano!
di farina e di virtù!
sazio' il re e la servitù!
ma quello nei rovi soffocò!
il guadagno fu spazzato!
dal notabile impiccato!
l'accortezza porta l'oro!
disse il boia al contadino!
senza semi e la fatica!
perdi la testa e l'amore!
la mucca - la pecora e la vita!
la terra al re!
la colonia servile!
un tempo virtù al fato!
oggi il sole bacia i colli!
lungimiranza ha tante corna!
c'è la terra ed il denaro;
ma la perde il contadino!
perché i fondi sociali!
son da furbizia amati!
perché lo Stato:
incorona sempre il re!
il contadino fa da se!
se investi del tuo guadagno!
arricchisci d'oro il manto!
la vigna - gli ulivi ed il grano!
la mucca all'altopiano!
ma se attendi gli aiuti dallo Stato!
devi prima investire!
il tuo denaro!
poi aspetti Maria e Gesù!
che pregano per te lassù!
  • Attualmente 3.66667/5 meriti.
3,7/5 meriti (3 voti)

profondamente vera.....

il 11/10/2018 alle 19:17

Investire in agricoltura! Sacrificio - umiltà e premura! Poi viene la tempesta! Spazza il poco che ci resta! Frana il bosco! Nel borgo la casa ed il caseificio! L'Italia lenta se ne va! Nell'aldilà del fiume! Grazie un saluto

il 12/10/2018 alle 04:28